– L'esistenza è conoscenza –

Pena di morte, una corte d’appello nigeriana ha annullato la condanna a morte del 22enne Yahaya Aminu-Sharif, condannato per blasfemia

Nigeria – Il 22 gennaio 2021 una corte d’appello nigeriana ha annullato la condanna a morte del 22enne Yahaya Aminu-Sharif, che il 10 agosto 2020 un tribunale islamico aveva giudicato colpevole di “blasfemia” e dunque destinato all’impiccagione. Il giudice della corte d’appello ha disposto un nuovo processo, poiché il precedente era stato viziato da irregolarità tali da aver violato la costituzione nigeriana, la Carta africana dei diritti umani e dei popoli e la Dichiarazione universale dei diritti umani. Aminu-Sharif, un giovane musicista dello stato di Kano, era stato ritenuto colpevole di “offesa al sentimento religioso” in violazione dell’articolo 382 del codice penale della shari’a.  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: