– L'esistenza è conoscenza –

Polonia, dopo due anni assolte 14 manifestanti antifasciste

Polonia – Il 25 ottobre, al termine di una farsa giudiziaria durata quasi due anni, un tribunale di Varsavia ha prosciolto 14 attiviste antifasciste dall’accusa di raduno non autorizzato.

Da anni le manifestazioni dell’11 novembre, giorno dell’indipendenza della Polonia, sono segnate dalla presenza di gruppi di estrema destra che esibiscono simboli razzisti e fascisti. Nel 2017 le 14 donne hanno deciso di reagire e, al passaggio del corteo, hanno srotolato uno striscione con la scritta “Stop al fascismo”.

Alcuni partecipanti alla marcia le hanno prese a calci, insultate, spintonate, prese a gomitate, afferrate per il collo e trascinate sul marciapiede. La polizia arrivò dopo circa trenta minuti, quando ormai la marcia era andata avanti e gli aggressori ovviamente non potevano essere identificati. Furono additate come provocatrici e multate per aver cercato di ostruire un raduno autorizzato. Quando sollecitarono l’apertura di un’inchiesta per le violenze subite, furono incriminate per raduno non autorizzato. L’incubo per le quattordici attiviste finalmente si è concluso nel migliore dei modi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: