– L'esistenza è conoscenza –

Diritti delle persone lesbiche, gay, bisessuali, transgender e intersessuate (Lgbti), in Tunisia Shams può proseguire la sua attività

Tunisia – Il 21 maggio 2019 la Corte d’appello di Tunisi ha confermato la decisione di un tribunale di primo grado del 2016 che autorizzava le attività dell’associazione “Shams – per la depenalizzazione dell’omosessualità in Tunisia”, la prima associazione per i diritti delle persone Lgbti riconosciuta nel paese. La Corte d’appello ha respinto il ricorso del governo tunisino secondo il quale Shams violava le norme della legge sulle associazioni e “i valori islamici della società tunisina, che rigetta l’omosessualità e ne proibisce un tale comportamento estraneo”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: